• BitStory2016@MILANO

  • <div>&nbsp;Mostra convegno con testimoni ed esperti di storia dell’informatica, tra computer d’epoca restaurati e funzionanti: dalla rara Olivetti Programma P101 ai modelli più rappresentativi di Apple, Commodore, IBM, Sinclair e tanti altri (sabato 5 marzo a Milano, presso lo spazio Ex Fornace, Alzaia Naviglio Pavese, 16) &nbsp;</div><div>Milano, 22 febbraio 2016. L'informatica sta avendo impatto crescente sulla vita delle persone al pari, o forse più, di altre grandi invenzioni come l'automobile o la radio. Questa consapevolezza alimenta la curiosità di conoscere la storia, fatta di invenzioni, persone geniali, conquiste, situazioni appassionanti e tanti computer significativi. Sulla base dell'esperienza maturata con www.ArcheologiaInformatica.it (sito e podcast di riferimento per il settore), i giornalisti Stefano Paganini e Piero Todorovich hanno ideato e organizzato BitStory 2016, primo evento a Milano sul tema del retro-computing. Programmato in un'unica giornata - Sabato 5 Marzo 2016 a Milano, presso lo spazio Ex Fornace (Alzaia Naviglio Pavese 16, a due passi dalla Darsena) – l’evento racconterà stralci appassionanti della storia informatica, con particolare riferimento alla città di Milano e al contributo italiano, con la presenza di protagonisti come Gastone Garziera (membro del team di progetto della Programma 101, primo calcolatore personale italiano) e di Luigino Tozzi (gruppo Elea). Ci saranno inoltre le testimonianze di Roberto Dadda sull'arrivo avventuroso dagli USA del computer del Politecnico di Milano, primo dell’Europa continentale e di Mauro Gandini sulle figure di Bill Gates e Steve Jobs che ha conosciuto professionalmente lavorando in Apple e Microsoft negli Anni 80-90. Si parlerà quindi di calcolatori, personal computer, personaggi e aziende, dello sviluppo della stampa di settore, del software e molto altro ancora. Nello spazio espositivo i visitatori potranno vedere da vicino (in qualche caso toccare) una selezione dei computer degli ultimi decenni - dai diffusi Commodore 64, Sinclair e Apple II fino alla Olivetti Programma 101 (tra le pochissime al mondo ancora funzionanti dopo 50 anni) – e parlare con gli appassionati che hanno recuperato questi pezzi. Tra i cimeli in mostra anche un MITS Altair 8800, un prototipo del Commodore 65 mai commercializzato e una replica fedele dell'Apple 1 (il primo personal computer di Steve Jobs e Steve Wozniak oggi diventato oggetto di aste milionarie). Gastone Garziera terrà eccezionalmente sessioni didattiche sulla Programma 101 (sul modello di quelle realizzate presso il Laboratorio Museo Tecnologic@mente di Ivrea) per spiegare come si usa e si programma un calcolatore personale del 1965. &nbsp;</div><div>&nbsp;</div><div>Cosa vedere: I computer che hanno accompagnato la nostra infanzia e le prime esperienze di lavoro. Dal Commodore C64 all’Amiga; dal Sinclair ZX80 al QL passando per lo Spectrum. Poi Apple II, Osborne, PC-IBM fino ai sistemi più moderni, da usare con il mouse: Lisa, Macintosh e pc Windows). Tra gli esemplari più significativi eccezionalmente insieme: una rara Olivetti Programma 101 (perottina), il prototipo del mai nato Commodore 65 e una replica fedele dell’Apple 1 di Steve Jobs e Steve Wozniak. Prerogativa dell’esposizione è mostrare i computer in funzione con appassionati ed esperti in grado di rispondere alle domande dei visitatori. &nbsp; Cosa ascoltare: Tutorial tecnici e testimonianze su storie di computer, persone e di progetti rivoluzionari e in particolare: Luigi Dadda e l’arrivo a Milano del primo computer dell’Europa continentale (R. Dadda); Adriano Olivetti e Mario Tchou nello sviluppo dell’informatica italiana (L.Tozzi). Pier Giorgio Perotto e la nascita della Programma P101 (G. Garziera) Steve Jobs e Bill Gates tra mito e realtà (M. Gandini) &nbsp;</div><div>Cosa dibattere: &nbsp;Sarà possibile partecipare a tavole rotonde informali su varie tematiche. Tra queste: Chi ha inventato il personal computer? Qual è “sacro graal” del collezionista?, ecc &nbsp;</div><div>Cosa imparare: Che gli oggetti che oggi usiamo per comunicare e lavorare hanno una storia importante a cui hanno contribuito scienziati, tecnici, designer, imprenditori… Che le grandi innovazioni non nascono per caso, richiedono vision, creatività e tenacia. Che i vecchi computer e le storie che li accompagnano ci fanno comprendere meglio il presente e il futuro delle tecnologie. E tanto altro… L’ingresso a BitStory 2016 è gratuito, l’orario della mostra è dalle 9:30-18:30 (unica giornata sabato 5 marzo presso lo spazio Ex Fornace, Alzaia Naviglio Pavese 16 a Milano) &nbsp; &nbsp;&nbsp;</div><div>Per immagini, informazioni e contatti: sito: www.bitstory.it Twitter: http://twitter.com/bitstoryit Facebook: https://www.facebook.com/bitstory.it e_mail: contatti@bitstory.it&nbsp;</div>
    retrocomputer, bitstory, milano, computer, informatica
video gallery

Be the first to upload a video about this event. add video
photo gallery

Be the first to upload a photo about this event. add photo
people who was there

What people say write a comment
Be the first to say about this event. write a comment

Video:

Insert Youtube link (es: http://www.youtube.com/watch?v=Lcd7uQw2ZtM)


Comment

Say about this video

Click OK if you remember this event or you was there.

Video:

Insert Youtube link (es: http://www.youtube.com/watch?v=Lcd7uQw2ZtM)

Photo:

  • Minimum image dimension: 780x530px
  • Image format: jpg, gif, bmp
  • Max image size: 2MB


Comment

Say something about this event


Comment

Say about this photo